Il Dipartimento

In una città ed una provincia come quelle di Roma, che costituiscono, con il patrimonio archeologico ed architettonico a livello mondiale, la più grande risorsa culturale, politica ed economica, romana ed italiana, e considerando che la tutela e la valorizzazione di tale patrimonio sono principalmente curate dalla figura dell’Architetto, in quanto autore di piani di recupero urbano, di programmazione delle opere, di progetti di restauro dei manufatti e del territorio, di piani gestionali, della valorizzazione del patrimonio stesso, ecc., la creazione di una Consulta dei Beni Culturali rappresenta un punto di partenza imprescindibile alla conoscenza di questo ambito professionale, fondamentale per i nostri/e iscritti/e, che vogliano entrare in rete tra loro e dibattere sulle problematiche della professione, sul tipo di formazione più consono, sul prodotto culturale realizzato e da realizzare, la cui qualità è sempre più carente, specie in un mondo professionale, che vede, troppo spesso, il privilegiare di un’ottica "mercantile" del bene culturale, e dove risulta evidente la mancanza di un luogo di incontro e dibattito sulla materia.

Obiettivi

Il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia trova la sua origine nella Consulta dei Beni Culturali che nacque il 3 aprile 2008 ( le attività svolte dalla Consulta sono meglio descritte nel paragrafo dedicato a pag 39), e come la stessa ha come obiettivo primario contribuire a conoscere e fare conoscere l’operato dell’Architetto, nel settore dei Beni Culturali, che rappresenta ben il 60% dell’attività edilizia di questo territorio. Attraverso dibattiti pubblici, contribuire ad aprire un dialogo tra i più importanti studiosi della materia, ed i professionisti, sia per promuovere e garantire la qualità degli interventi, sia per sensibilizzare, sempre più, la cittadinanza, e la classe politica governante, riguardo la conservazione e le trasformazioni di un territorio, così ricco di storia da tramandare.

Nel 2008 la Consulta ha iniziato ad aprire un forum, dove, attraverso dibattiti, convegni, seminari, mostre, video, pubblicazioni, ha messo in rete tutte le istituzioni preposte alla tutela e valorizzazione del Patrimonio Storico, con le tante professionalità concorrenti alla realizzazione della sua conservazione, coniugando la cultura umanistica con quella scientifica. A seguito del successo di tale complesso di iniziative, riconoscendo i Beni Culturali uno degli obiettivi primari per la nostra professione, in particolare nel territorio romano, l’Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia ha istituito il Dipartimento relativo, che si è inaugurato durante l’incontro assembleare del 7 aprile 2014.

L’obiettivo di tale organismo, che ha totalmente inglobato le competenze e gli iscritti della Consulta dei Beni Culturali, è dare maggiore espressione ed ampiezza di operato a questo settore della professione, in tutte le sue articolazioni.

Come un laboratorio, in attuazione della Formazione Obbligatoria, supporta la professione di Architetto, operante nei Beni Culturali, con una serie di corsi base e specialistici, incrementa la sfera della ricerca tecnico scientifica, promuove convenzioni con importanti istituzioni del settore, associazioni di categoria e laboratori tecnico-scientifici. Inoltre, ha aperto un link, nel sito dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia, www.architettiroma.it, articolato in sezioni fisse di consultazioni, sezioni dinamiche di informazione e di aggiornamento normativo, e sezioni di interazione. Inoltre è stata istituita una consulenza on line legale sulla materia dei beni culturali, a cura dell'avv. Jacopo Gallo Curcio.

Come un forum, il Dipartimento rappresenta il luogo dove dibattere e confrontarsi con la rete di professionisti, istituzioni, imprese e società civile su temi importanti ed emergenti, ampliando la prospettiva, proponendo  azioni normative e scientifiche per migliorare la professione degli architetti e promuoverne il ruolo ed il riconoscimento a livello sociale.

Le attività

Le attività si sviluppano parallelamente in gruppi di lavoro tematici ed in iniziative nell'ambito della Formazione Obbligatoria, quali corsi, seminari, giornate studio, dibattiti, convegni, mostre, video, ricerche, viaggi e pubblicazioni.

I principali gruppi di lavoro tematici, sono stati finora quello sulla “Normativa nei BB.CC.”, coordinato dall’arch. Alessandra Montenero, sulla “Comunicazione dei BB.CC.”, coordinato dal prof. arch. Tancredi Carunchio, sulla “Progettazione sperimentale in ambito archeologico”, coordinato dall’arch. Alessandro Camiz, che ha prodotto, tra le varie esercitazioni, anche seminari internazionali a Cipro ed in Turchia.

Si è sviluppato anche il gruppo di lavoro sulla “Città Storica da un punto di vista di genere”, coordinato dalla prof.ssa arch. Elena Mortola, che ha conseguito brillanti risultati, realizzati con una serie di workshop ed incontri pubblici, tali che il Dipartimento ha istituito un “Laboratorio permanente di Progettazione partecipata di genere sulla Città Storica”, entrando in sinergia con le istituzioni per la proposizione di temi progettuali specifici per la città.

Il gruppo di lavoro del “Manuale delle procedure autorizzative per gli interventi privati sul patrimonio culturale in presenza di vincoli”, coordinato dall'arch. Virginia Rossini, Presidente del Dipartimento, ha sviluppato, per alcuni anni, lo studio sugli iter burocratici da seguire per la realizzazione degli interventi di varie tipologie, per offrire agli iscritti un approccio operativo ad una materia così complessa e di difficile.

Inoltre, il Dipartimento ha portato avanti un'importante ricerca sugli impianti nel Patrimonio Storico, iniziata già con la Consulta dei BB.CC., coordinata dall’arch. Alessandra Montenero, con la collaborazione del prof. arch. Alessandro Sartor e l’arch. Antonella De Bonis. A conclusione di tale ricerca, pubblicata e presentata in alcuni convegni, il Dipartimento ha istituito nel 2016 il Premio “Hassan Fathy”, in collaborazione con l’Area Concorsi dell’OAR, l'Università di Roma La Sapienza, le Università di Tor Vergata e Roma Tre, il Mibact, l’Enea, l'ACER, l’AICARR, l’associazione Arco, e con il patrocinio dell'ICCROM, per promuovere buone prassi nella problematica impiantistica nel Patrimonio Storico presso le principali istituzioni preposte alla materia ed al mondo produttivo ed imprenditoriale.

Il Dipartimento ha promosso anche un'iniziativa di rilevante importanza, bandendo, unitamente all'Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia, la “Call for Project internazionale per via dei Fori imperiali a Roma”, in collaborazione con il MIBACT e Roma Capitale, per sperimentare nuove idee sulla valorizzazione del patrimonio archeologico ed architettonico tra i più importanti al mondo. I risultati di questa Call hanno visto la partecipazione dei più importanti professionisti del settore a livello internazionale.

Nell’arco dell’attività del Dipartimento, inoltre sono state sottoscritte convenzioni con importanti istituzioni, a cura della Presidente arch. Virginia Rossini quali: nel 2014 con il Mibact, università di Roma, Lecce, Milano e il CNR per redigere un protocollo alla base della sperimentazione di metodi di deumidificazione cosiddetta non invasiva; nel 2017 con il Mibact per la realizzazione di stage per gli iscritti dell’OAR.

Le innumerevoli iniziative nell'ambito della Formazione obbligatoria hanno anche lo scopo di mettere in rete il mondo professionale, le principali istituzioni della materia BBCC ed il mondo associazionistico per creare sinergie ed azioni propositive per le specifiche materie.

Gli eventi, in passato ed attualmente, si articolano in tematiche, individuate tra i più importanti argomenti del settore, quali:

  • Valorizzazione del Patrimonio storico
  • Tutela e conservazione del Patrimonio storico
  • Tutela del paesaggio e autorizzazioni paesaggistiche
  • Sperimentazione progettuale nei BBCC: rapporto tra innovazione e tradizione
  • Progettazione in aree archeologiche
  • Progettazione partecipata di genere sulla Citta Storica
  • Architettura contemporanea e sua tutela
  • Materiali e degrado delle superfici
  • Manutenzione del Patrimonio e del verde storico
  • Impiantistica e riqualificazione nei BBCC
  • Ricerca scientifica a servizio dei BBCC
  • Comunicazione nei BBCC
  • Sicurezza e fruibilità nei musei
  • Procedure autorizzative per gli interventi privati
  • Normativa dei BBCC
  • Normativa dei LLPP per i BBCC
  • Normativa urbanistico-edilizia
  • Riforme amministrative
  • Libera professione nei BBCC
  • Le competenze professionali nei BBCC
  • Mestieri e servizi nei BBCC